Il Blog

tutto sul mondo della caccia e del tiro sportivo

Caccia al cervo in Italia, tutto ciò che devi sapere

Come affrontare al meglio caccia di selezione al cervo in autunno: tipi di caccia, armi e calibri.

Caccia al cervo in Italia, tutto ciò che devi sapere

Ormai siamo agli sgoccioli dell’estate, i boschi presto si tingeranno e profumeranno d’autunno e i cervi inizieranno a far riecheggiare i loro bramiti tra le foreste. Proprio in settembre hanno luogo gli amori dell’ungulato più possente del nostro paese.
A differenza del capriolo, che protegge il territorio, il maschio di cervo sfida e combatte con gli altri maschi per difendere il proprio “harem” di femmine, più o meno grande in base al grado gerarchico del maschio.

img cervo 1

Le sfide tra i maschi sono dei veri e propri spettacoli; essi iniziano prima con delle sfide vocali, il caratteristico verso che si differenzia in base all’età dell’animale, seguono una serie di minacce come lo sfregare dei palchi su arbusti e cespugli e il raspare a terra con gli zoccoli. Se tutto questo non basta a far intimidire l’avversario i due cervi si esibiscono nella marcia parallela: i due contendenti camminano in parallelo studiandosi e arrivando il più delle volte a combattere più o meno violentemente. In questo periodo i maschi assumono altri comportamenti tipici del periodo: si urinano addosso, sfregano i palchi su erba, alberi, arbusti, smettono di mangiare perdendo buona parte del proprio peso. Finiti gli amori le femmine rimangono nei loro branchi dove sono presenti anche i piccoli dell’anno e gli esemplari dell’anno precedente. I maschi invece costituiscono dei gruppi propri (sub adulti e adulti), i maschi più anziani invece sono più solitari ma alle volte non è difficile trovarli accompagnati da un maschio più giovane chiamato paggetto.

Dopo essersi spostati nei quartieri di svernamento, cioè aree dove è più facile reperire del cibo durante i mesi più freddi e dove le condizioni di vita sono un po' meno dure, verso maggio giugno per le cerve è ora dei parti. Questi solitamente avvengono nelle zone o vicino le zone dove si sono svolti gli amori. La femmina di cervo solitamente partorisce solo un piccolo, più rari sono i parti gemellari.In base alla struttura morfologica dell’animale e dopo un’attenta osservazione, si riesce a distinguere la classe d’età dei cervi:

  • piccoli che per i primi mesi di vita presentano il classico manto pomellato
  • soggetti di un anno chiamati rispettivamente “sottili” se femmine “fusioni” se maschi
Questi ultimi presentano un palco tipico formato da due stanghe prive di rose e che se guardati di lato “buttano all’indietro” come le corna delle capre.
  • soggetti sub-adulti (animali dai 2 ai 5 anni)
  • soggetti adulti (dai 6ai 10 anni)
  • soggetti senior (oltre i 10 anni)

Tale suddivisione può cambiare in base alla regione o provincia di appartenenza.Durante queste fasi la struttura fisica dei cervi cambia molto soprattutto per i maschi, più invecchiano più il peso viene portato in avanti, si ingrossa il collo, aumenta la giogaia si abbassano e si allargano gli steli. Nelle femmine invece il muso si fa più allungato, più magro e la schiena si “insella”. I maschi presentano anche il caratteristico palco più o meno ramificato che viene gettato a partire da febbraio per gli animali più anziani fino a marzo aprile per quelli più giovani. La crescita avviene subito dopo e in agosto inizia la pulitura del velluto che ha protetto e consentito la crescita del palco nei mesi estivi. Un mito da sfatare è che le punte presenti nel palco del cervo NON corrispondono alla vera età dell’animale.

TIPI DI CACCIA al cervo

Ma come si caccia il cervo in Italia?

La forma principale di caccia di questo ungulato è la caccia di selezione. Questa può essere fatta alla cerca, la forma che più preferisco e che ritengo più emozionante, o da altana, in periodi più o meno ampi sempre in base ai regolamenti provinciali o regionali, qui in Friuli il periodo per tale caccia a va dal 16 agosto al 15 gennaio.

C’è un’eccezione però: in Friuli Venezia Giulia il cervo (così come il capriolo oltre al cinghiale) può essere cacciato in forma tradizionale, cioè in battuta con l’ausilio dei segugi. Questo tipo di caccia è praticata dal 1^ di ottobre al 31 di novembre e come per la caccia di selezione, cacciatori ma anche cani devono sostenere un esame di abilitazione.
img cervo 2 min

ARMI E CALIBRI per la caccia al cervo

Se per l’eccezione FVG dove in battuta vengono impiegate carabine semiautomatiche o fucili a canna liscia caricati a palla, l’arma per cacciare questo animale è la carabina.

Personalmente quando mi dedico a questa caccia non uso mai la stessa arma, se devo cacciare il cervo nel bosco o in alta montagna preferisco usare il K95, noto basculante della Blaser, camerato in 7 mm Rem. Mag.;altra arma molto valida, maneggevole e precisa che ho usato in questi contesti è la Strasser RS14, carabina stright-pull della ditta austriaca Strasser. Altra arma che mi piace tanto usare e che impiego quando devo affrontare tiri un po' impegnativi per le lunghezze è la Remington Sendero equipaggiata con il cannocchiale SchmidtBender PMII e bipiede.

Per quanto riguarda il calibro giusto posso dire che la maggior parte sono validi, per la scelta bisogna tenere conto di eventuali normative locali (in molti posti sono vietati calibri inferiori ai 7mm) i tiri che andremo a effettuare se più o meno lunghi. Se come detto prima a volte uso il 7 mm remington magnum, il calibro che preferisco per insidiare il cervo è il 300 Wnchester Magnum, calibro radente, preciso e potente che permette di abbattere in maniera pulita animali anche a distanze importanti. Per questo calibro la munizione che mi ha dato maggiori risultati e soddisfazioni è la RWS DK da 165grs.

img cervo 3 min

Iscriviti alla newsletter

Riceverai in anteprima tutorial, articoli e approfondimenti sui mondi della caccia e del tiro. In più, avrai subito un ebook in regalo!
Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)
App-hit-2020 ok.png

HIT-SHOW APP

Una guida online completa con le directory degli espositori, le foto, i servizi, le mappe dei padiglioni con la localizzazione degli stand: tutta la Fiera a portata di mano nel dispositivo mobile.

© ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×