Il Blog

tutto sul mondo della caccia e del tiro sportivo

Come custodire le armi lasciate a casa durante le vacanze

È universalmente noto che in coincidenza del periodo estivo si verifica un incremento dei furti nelle abitazioni favorito dalla diffusa assenza dei proprietari che sono in vacanza.

Come custodire le armi lasciate a casa durante le vacanze

Prima di esaminare le possibili precauzioni che è consigliabile adottare, ricordo quali adempimenti prescrive la legge in tema di custodia delle armi. L'art. 20 della legge n. 110/1975 ci dice che «La custodia delle armi (...) e degli esplosivi deve essere assicurata con ogni diligenza nell'interesse della sicurezza pubblica», mentre l'art. 702 del codice penale, che s'intitola proprio Omessa custodia di armi, stabilisce che «È punito con ammenda chiunque, anche se provveduto della licenza di porto d'armi: 1) consegna o lascia portare un'arma a persona di età minore dei quattordici anni, o qualsiasi persona incapace o inesperta nel maneggio di essa; 2) trascura di adoperare, nella custodia di armi, le cautele necessarie a impedire che alcune delle persone indicate nel numero precedente giunga a impossessarsene agevolmente;». Infine, l'art. 38 del Testo Unico delle Leggi di P.S. stabilisce che «Il detentore delle armi deve assicurare che il luogo di custodia offra adeguate garanzie di sicurezza».

Come si vede, la legge non pone delle condizioni precise alle modalità di custodia delle armi, tuttavia pone l'obbligo della massima diligenza. Solo per i titolari di licenza di collezione esistono adempimenti specifici, di cui all'art. 20 della citata legge n. 110/1975.

cassaforte per armi

la cassaforte

Dal punto di vista delle difese, ritengo che la cassaforte rappresenti la scelta più idonea e meno onerosa per la custodia delle armi. Innanzitutto fornisce garanzie di sicurezza contro i delinquenti, in secondo luogo ci mette con le spalle al sicuro di fronte alla legge perché è senza ombra di dubbio una «efficiente difesa antifurto»; inoltre bisogna pure considerare che può essere utilizzata per la custodia di altri beni (titoli, contante, gioielli, eccetera).

Esistono due tipologie di casseforti: da incasso ed esterne.

Le prime hanno il pregio fondamentale di costare di meno ma il montaggio richiede la disponibilità di pareti piuttosto spesse e il lavoro deve essere eseguito da un muratore di fiducia.

Le casseforti esterne sono più costose perché devono essere molto pesanti per renderle praticamente intrasportabili; hanno però il vantaggio di non richiedere interventi strutturali all'abitazione. Inoltre possono essere riutilizzate successivamente per un'altra abitazione, cosa che difficilmente è possibile con un modello da incasso.

Numerose case specializzate in questo settore hanno lanciato sul mercato casseforti specifiche per le armi: al loro interno sono stati ricavati dei cassetti per le armi corte e una piccola rastrelliera per i fucili. Anche dal punto di vista estetico queste casseforti si fanno apprezzare per la loro colorazione (spesso ottenuta con vernici metallizzate) e per le eventuali decorazioni che ne agevolano l'inserimento nel contesto domestico.

l'armadio blindato

Gli armadi blindati costituiscono un'altra scelta molto valida, a condizione che offrano effettive garanzie di solidità; rispetto alle casseforti possono disporre di uno spazio interno maggiore e sono pertanto consigliabili a chi possiede collezioni particolarmente numerose. 

l'antifurto

Alle casseforti e agli armadi blindati può essere aggiunto un antifurto, che in molti casile autorità prescrivono a chi ha una licenza di collezione. La tecnologia moderna ne ha sviluppati di sofisticatissimi che possono effettivamente rendere molto dura la vita ai malintenzionati. Il loro svantaggio è il costo non sempre abbordabile.

In mancanza di una cassaforte o di un armadio blindato, non resta che ricorrere alle precauzioni più convenzionali, quale potrebbe essere un cassetto chiuso a chiave di un mobile. Siamo al livello più basso della sicurezza e i rischi che si corrono sono piuttosto forti; è una situazione tollerabile solo per chi possiede pochissime armi o per chi, al contrario, vive in una casa che garantisce un ottimo livello di sicurezza (porta di accesso blindata, serramenti protetti da inferriate eccetera).

Quali precauzioni generali è possibile adottare?

Intanto è possibile smontare l'arma e custodirne separatamente le varie parti; chi ha una piccola cassaforte può ad esempio riporvi gli otturatori oppure le batterie estraibili dei fucili. In ogni caso, se l'arma è smontata si impedisce che l'eventuale ladro possa in seguito utilizzarla o venderla: il suo interesse diminuisce ed è possibile che l'attenzione dell'intruso sia rivolta ad altro.

Bisogna poi ricordare che le armi soffrono l'umidità, che a lungo andare può indurre la ruggine; gli stracci che spesso sono utilizzati per avvolgere le armi hanno il difetto di assorbire l'umidità e quindi possono rivelarsi deleteri. La cosa migliore è oliare generosamente l'arma e infilarla in un sacchetto di plastica, oppure avvolgerla con la pellicola trasparente che si utilizza di solito in cucina; le fondine di cuoio possono contenere delle sostanze utilizzate per la loro concia che ossidano il metallo e quindi per evitare sorprese è bene non utilizzarle per lo stoccaggio delle armi.

Per quanto riguarda la scelta dell'olio, bisogna optare per uno che abbia caratteristiche protettive, più che lubrificanti o detergenti. Anche le munizioni, che devono rigorosamente essere custodite separatamente dalle armi, soffrono l'umidità e in questo caso devono essere custodite in contenitori impermeabili e anche non infiammabili, perché come si sa le cartucce patiscono anche il fuoco. Chi ricarica le munizioni deve prestare analoghe attenzioni alle polveri da lancio e agli inneschi.

cassaforte per armi

Iscriviti alla newsletter

Riceverai in anteprima tutorial, articoli e approfondimenti sui mondi della caccia e del tiro. In più, avrai subito un ebook in regalo!
Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)
App-hit-2020 ok.png

HIT-SHOW APP

Una guida online completa con le directory degli espositori, le foto, i servizi, le mappe dei padiglioni con la localizzazione degli stand: tutta la Fiera a portata di mano nel dispositivo mobile.

© ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×