Il Blog

tutto sul mondo della caccia e del tiro sportivo

La caccia dal punto di vista femminile

Cacciatrici italiane è il nome delle nostre pagine social, ma è prima di tutto un progetto, un obiettivo in cui ci riconosciamo e un’idea per la quale ci schieriamo in prima linea.

La caccia dal punto di vista femminile

Facciamo un passo indietro. Ci siamo conosciute su Instagram, dopo pochi giorni avrebbe riaperto la caccia e abbiamo passato giornate intere a confrontarci. Non era il carniere però l’argomento principale, o la speranza dello stesso, ma le sensazioni, il rispetto verso l’animale, la bellezza e l’emozione di vederlo.

Ci siamo ritrovate unite, a oltre 500 km di distanza (Friuli-Lazio), dalla stessa etica venatoria e dalla passione stessa, che abbiamo sempre condiviso giorno dopo giorno, cacciata dopo cacciata.
Avere il privilegio di parlare con un’altra ragazza di caccia era qualcosa di incredibile, ritrovarsi e rivedersi in un’altra giovane donna per la propria parte più intima e profonda - la capacità di uccidere, che fa parte dell’attività venatoria - è qualcosa che non si può spiegare.

È stato uno dei primi argomenti che abbiamo trattato, il dispiacere e l’onore che si prova verso l’animale abbattuto, abbiamo anche parlato delle prime lacrime versate.

cacciatrici italiane

È così che abbiamo deciso di contattare altre ragazze, che sicuramente attraverso i social avremmo trovato. Il resto della storia lo sappiamo, siamo ormai tantissime, legate solo dalla passione, senza alcuna bandiera o distinzione. C’è chi va a cinghiale, chi alla tipica alpina, in ogni caso c’è una donna in grado di insegnare e raccontare qualcosa.

Quello che ci interessa è far trapelare un messaggio, quello per cui la caccia non è una lotta di potete con o contro l’animale. La caccia è di tutti e per tutti, anche di una ragazza che studia per diventare maestra d’asilo o di una mamma che porta i figli a scuola e poi va nei boschi.

La caccia è per noi un modo di vivere e di entrare in contatto con il mondo che ci circonda, nella sua naturale bellezza, nella sua cruda realtà, che spesso è ignorata. Noi stesse prima di essere cacciatrici, studentesse e lavoratrici, siamo amanti degli animali e della natura.

Quello che speriamo di far capire, o magari semplicemente di far sapere, è che l’attività venatoria è un complesso di cose, che non si esauriscono nell’abbattimento dell’animale. C’è lo studio per abilitarsi, la conoscenza e la passione verso l’animale che si insidia, la conoscenza dell’ambiente circostante, che spesso ci è avverso, per non parlare del legame con il cane, il nostro ausiliare.

Crediamo, insomma, che se a tenere il fucile sia una donna, il concetto di caccia consapevole e moderna trapeli più efficacemente, semplicemente perché crea una rottura rispetto alla “normalità”, o almeno quella che si credeva finora fosse “normale”, ossia che la caccia fosse un’attività per soli uomini.

cacciatrici italiane 2

Quest’anno, lo sappiamo, non ci ha consentito tanto, eppure abbiamo conosciuto e stretto il rapporto con tante ragazze, anche non cacciatrici o ancora troppo giovani per prendere la licenza. Quel che è certo è che non vediamo l’ora di rivederci, speriamo a Vicenza e di parlare delle avventure passate e che ci aspettano!

Torneremo con altri articoli nel blog dove cercheremo di approfondire il nostro punto di vista, quello delle cacciatrici italiane.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai in anteprima tutorial, articoli e approfondimenti sui mondi della caccia e del tiro. In più, avrai subito un ebook in regalo!
Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)
App-hit-2020 ok.png

HIT-SHOW APP

Una guida online completa con le directory degli espositori, le foto, i servizi, le mappe dei padiglioni con la localizzazione degli stand: tutta la Fiera a portata di mano nel dispositivo mobile.

© ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×